come entrare in polizia

Entrare in Polizia rappresenta da sempre il sogno di tanti giovani.

Non si tratta infatti di un lavoro come un altro, bensì di una vera e propria missione, che prevede l’importante compito di contribuire alla sicurezza pubblica e di difendere i cittadini.

Ma come si fa ad entrare in Polizia e quali requisiti sono necessari?

Vi spieghiamo tutto di seguito.

Il concorso

Diciamolo subito: per entrare in Polizia bisogna superare l’apposito concorso e, se lo si supera, il corso specifico.

L’iter da seguire per diventare poliziotto infatti, è del tutto simile a quello che occorre per entrare negli altri corpi dello Stato.

La Polizia si divide nei settori marittima, stradale, ferroviaria, NOCS e reparto mobile; per far parte di uno di essi, è obbligatorio rispettare le regole di reclutamento in vigore.

E’ altresì opportuno specificare che tali regole sono soggette a continui cambiamenti, anche a seconda di quanto stabilisce il governo in carica.

Il concorso per entrare in Polizia viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, secondo quanto dicono le relative norme giuridiche.

Se si vuole partecipare si deve inviare un’iscrizione, la quale dà diritto a partecipare alle selezioni, che in genere si svolgono da Luglio a Settembre.

I civili che ne hanno i requisiti, possono sperare di diventare direttamente commissari oppure ispettori tramite un apposito concorso che serve a scegliere proprio le suddette figure.

Requisiti necessari per entrare in Polizia

Ma quali requisiti bisogna avere, in pratica, per entrare in Polizia?

Diciamo subito che negli ultimi anni le regole sono diventate meno stringenti.

Se fino al 2014 infatti, potevano partecipare al concorso solamente i volontari, da quell’anno la possibilità è aperta anche ai civili.

Gli altri requisiti indispensabili sono i seguenti:

– avere la cittadinanza italiana

– avere il godimento dei diritti politici

– avere un’età compresa tra 18 e 30 anni

– Idoneità attitudinale, culturale, psichica e fisica al servizio di polizia

– Titolo di studio di scuola media inferiore

– Totale assenza di condanne penali

Come si può notare, il diploma non è indispensabile, tuttavia se si desidera diventare ispettori, una carica evidentemente superiore, si aggiungono i seguenti requisiti:

– Diploma di scuola superiore

– Età massima di 32 anni

Se, infine, si vuole diventare commissario, ai requisiti fin qui menzionati si deve aggiungere il conseguimento di una laurea considerata adatta a svolgere questo delicato compito in Polizia, ovvero Giurisprudenza, Scienze Politiche ed Economia.

Non ci sono più invece, i limiti di altezza, aboliti qualche anno fa.

In cosa consiste il concorso per diventare agenti di Polizia?

Il concorso per diventare agenti di Polizia consiste in un questionario di cultura generale, lingua straniera e informatica.

Per ottenere l’ammissione il punteggio minimo è 6/10.

La seconda fase del concorso prevede il test attitudinale.

Solo dopo il superamento di quest’ultimo si diventa allievi agenti di Polizia di Stato.

Ma non finisce qui, poiché a questo punto del percorso c’è ancora un po’ di strada da fare per diventare agenti.

Dopo il superamento del concorso infatti, la normativa vigente prevede che l’allievo frequenti e superi un corso di formazione di sei mesi, dopodichè si può accedere all’ultima tappa dell‘iter, cioè fare ulteriori sei mesi come Agenti in Prova.

Dopo un anno si viene nominati agenti effettivi e si viene assegnati ad