come togliere la muffa dai muri prima di imbiancare

Se nella tua casa è presente la muffa sulle pareti e devi imbiancare, ricordati sempre che il passaggio iniziale è quello di rimuovere tale sostanza prima di procedere con l’utilizzo della tinta.

Ecco come devi effettuare tale operazione in maniera precisa e sicura.

La muffa e l’aceto e bicarbonato

Il primo rimedio casalingo che puoi sfruttare per rimuovere la muffa dalla tua abitazione consiste semplicemente nel creare un composto a base di aceto e bicarbonato.

Queste due sostanze, infatti, tendono a essere particolarmente adeguate per la rimozione di tale elemento e pertanto puoi evitare l’acquisto di prodotti specifici, risparmiando parecchio denaro.

Per rimuovere la muffa versa un bicchiere di aceto e mezzo di bicarbonato, mescola i due elementi, bagna un panno con questo composto e passalo sul muro, strofinando leggermente.

In breve tempo vedrai la muffa completamente rimossa: considera, però, che potresti avere problemi a respirare visto l’odore tutt’altro che leggero che caratterizza il suddetto composto.

L’acqua ossigenata e la muffa

Una soluzione alternativa sulla quale puoi far ricadere la tua scelta finale è rappresentata dall’acqua ossigenata.

Questo composto, infatti, ha un impatto completamente negativo sulla muffa, ovvero ti permette di rimuoverla completamente in tempistiche abbastanza brevi.

Per ottenere tale risultato finale devi semplicemente procedere con lo spruzzare l’acqua ossigenata sulle pareti e lasciarla agire per qualche minuto.

Potrai notare come la muffa venga completamente attaccata dal composto e pertanto non riscontrerai alcuna difficoltà nel rimuoverla con un panno in tessuto.

Cerca di non strofinare in modo eccessivo la parete dato che, se l’acqua ossigenata è abbastanza forte, potresti anche rimuovere la tinta che hai usato in passato.

Considera, inoltre, il fatto che in questo caso non sentirai alcun aroma poco piacevole ma, al contrario, la tua stanza sarà priva di odori tutt’altro che pesanti.

L’olio di Tee Trea

Infine, come rimedio semplice da applicare per la rimozione della muffa, vi è quello dell’olio di tè, che rappresenta una scelta ottimale specialmente se la quantità di muffa presente nella parete tende a essere poco eccessiva.

Cerca ovviamente di valutare la grandezza della macchia e la densità, in quanto l’olio specifico è in grado di rimuovere solo ed esclusivamente piccole macchie, quindi il suo campo d’azione tende a essere parecchio limitato, dettaglio da non sottovalutare.

Anche in questo caso ricordati di utilizzare un panno resistente visto che dopo che poni l’olio sulla parete, devi strofinarlo per rimuovere la muffa e avere un risultato finale che possa essere definito come perfetto.

Altre soluzioni per rimuovere la muffa

Ricordati sempre che, come altra soluzione per rimuovere la muffa, è presente l’apposito prodotto il quale deve essere scelto in base al tipo di situazione presente sulla parete.

Una macchia abbastanza estesa tende a essere molto complessa da rimuovere quindi hai bisogno di un prodotto aggressivo composto da agenti chimici che rimuovano la muffa.

Ricordati sempre che, indipendentemente dal tipo di prodotto, devi sempre cercare di utilizzare un articolo preventivo, in modo tale che sia possibile prevenire la formazione della muffa sulla parete e ricorrere a soluzioni spesso laboriose.