Ultimo aggiornamento: 29-05-2017 - 17:18
Lunedì 29 Maggio 2017

1000 studenti per dire sì alle donazioni

Donaci Ilaria 2017: mattinata al Palacongressi con Avis, Admo e Agbalt

Pisa - 21/04/2017

1000 studenti e gran parte degli istituti superiori pisani coinvolti. Questo il pubblico di "Donaci Ilaria 2017", la mattinata - evento dedicata alla giovane Ilaria e alla sensibilizzazione alla donazione di sangue e midollo osseo. 

Ilaria Alestra era una giovane studentessa del Buonarroti che tre anni fa, nell'estate del 2014, ha perso la vita a causa di una leucemia. «Volevo ricordare mia figlia - racconta Marco Alestra, padre di Ilaria e docente presso il liceo Buonarroti, dove studiava sua figlia - e così nato questo evento. Poi grazie all'aiuto della preside Mariangela Chiapparelli, si è molto ampliata».

Il Buonarroti era stamani in prima fila con 24 classi, tutte le terze e le quarte. Ma sono pressenti anche il Fascetti, il Dini, il Pacinotti, il Gambacorti - Santoni, il Carducci,il Matteotti, il Santa Caterina e l'Iti. Ogni istituto ha partecipato con circa due classi.

«Da qualche anno dono il sangue - dice Giada in quarta al Fascetti -. Già mio nonno donava il sangue e per me è venuto naturale». Anche la sua compagna di classe, Lisa, è una donatrice: «Ho donato il sangue una volta e penso che continuerò».

I ragazzi rimangono colpiti dalla storia di Ilaria e dalla rappresentazione teatrale del libro che racconta la storia della giovane, "ConVivere" (ETS, 2015). «La vicenda di Ilaria è una grande lezione di vita. Insegna l'importanza delle persone che ci stanno vicino, di cui spesso ci si rende conto solo quando non ci sono più» dice Tommaso, in terza al Buonarroti e un suo compagno continua: «Sicuramnete sono racocnti che ci fanno riflettere sull'importanza della donazione, per le altre persone». 

"Donaci Ilaria 2017" è organizzata in collaborazione con Avis, Agbalt e Admo. «Con questa mattinata vogliamo far capire ai ragazzi la grande responsabilità che avranno con la maggiore età - dichiara Paolo Ghezzi, presidente di Avis e Admo -. Infatti, da maggiorenni, potranno decidere se dare il consenso a donare e quindi poter aiutare persone in difficoltà - e continua -. Io credo che non si possa pensare alla donazione solo quando dei cari stanno male, bisogna farlo prima, con una scelta consapevole». 

Luca Della Maggiora

Accade in città

Le Notti dei Cavalieri

dal 23/05/2017 al 18/06/2017
21 appuntamenti serali nella piazza delle 7 vie

La cucina che cura

il 31/05/2017
Martin Halsey ospite a Pisa per una conferenza sul tema

Shakespeare and Co

dal 24/05/2017 al 31/05/2017
Cosa succede quando al Bardo manca l'ispirazione?

Einstein in Tuscany

il 10/06/2017
Una speciale presentazione e visita guidata in lingua inglese a Virgo

Ultime notizie da...